PARLIAMO DI…
AGRIMONY ( agrimonia eupatoria)
Agrimonia

“ Per le persone gioviali, allegre, di buon umore, che amano la pace e sono così addolorate dalle discussioni e dai litigi da essere pronte a concedere molto per evitarli. Anche se generalmente non mancano loro dei disturbi e sono inquieti e agitati, nascondono le loro preoccupazioni dietro il buon umore e la giocondità, e sono considerati degli ottimi amici da frequentare. Speso abusano di alcool e di sostanze per stimolarsi e riuscire a sopportare le loro prove con allegria”
                           E.Bach

La tradizione astrologica individua nell’agrimonia la segnatura di Giove, pianeta della gioia, dell’ottimismo e del buon umore.
Passeggiando per i campi, sugli argini dei corsi d’acqua e sul ciglio della strada è facile incontrare l’agrimonia, con i suoi fiori color giallo oro richiama subito il nostro sguardo e il nostro animo gioisce della sua solarità. Così come questa pianta cresce dove c’è movimento e mai in solitudine (difficilmente si trova sola una pianta di agrimonia), anche le persone di carattere Agrimony le incontriamo in luoghi frequentati da divertimento, chiasso e comunque movimento. Spiccano con il sorriso e carattere gioviale che diventa un piacere essere in loro compagnia.

Nella nostra passeggiata dunque abbiamo incontrato Agrimony, i suoi fiori gialli, con cinque petali, sono raggruppati in spighe allungate ricoprendo tutto lo stelo. Ci avviciniamo, come sarà il suo stelo? Ha forse bisogno di nasconderlo? Cosa teme?
Notiamo le sue foglie pelose e dentellate con la parte inferiore grigiastra; simboleggiano una rimozione di stati d’animo negativi e un primo tentativo di difesa, i semi sono coperti da una tonaca ruvida provvista di piccoli uncini che rimangono attaccati al pelo degli animali che la sfiorano passando. Sotto la maschera allegra si nasconde la tortura del tormento interiore e il contatto con il mondo esterno avviene solo in superficie.
Così i caratteri Agrimony si mostrano allegri anche se dentro sono tormentati, inquieti e tendono a minimizzare i problemi sia propri che altrui; il modello mentale secondo il quale solo se senza problemi saranno amati tiene in scacco un comportamento superficiale dove la parte oscura di sé è nascosta dietro un “va tutto bene”. Forte è la dipendenza dagli altri per paura del giudizio, di non essere accettati e di essere abbandonati.
Agrimony ha orrore dei litigi e delle discussioni, non riesce a reggere un confronto e diventa quindi disposto alla scusante e alla bugia, a concedere molto pur di non mettersi in gioco.                   Si necessita di armonia, bellezza e pace e per mantenerle si è disposti a dire sempre di sì, anche se interiormente non si è d’accordo.
L’agrimonia eupatoria non tollera i terreni acidi e l’ombra, tende a crescere dritta verso il sole; ecco dunque che il piccolo Agrimony ha forse assistito a litigi o forti discussioni, cresciuto in un’acidità che non riesce più a tollerare, desidera la tranquillità ed essere lasciato in pace, e magari gli è stato insegnato che i tormenti si tengono dentro, mostrando all’esterno che tutto fila liscio come l’olio.
La necessità di distorcere la verità interiore crea uno scambio alterato tra i due livelli empirici del sentire e del pensare, non si è più in grado di contattarsi dentro visto l’impossibilità di ammettere di stare male neppure con se stesso.
La maschera allegra e gioiosa diventa un tutt’uno con la pelle e il corpo dove si riversano tutte le somatizzazioni di emozioni bloccate e non espresse.
La crescita di questa pianta può avvenire solo in posizioni soleggiate, il sole diventa necessario per sentire il calore dell’affetto che accetta la verità di ognuno di noi, nonostante le nostre parti buie, la luce porta chiarezza dentro svelando cosa si cela sotto la maschera che ora può essere tolta senza paura.

Nessuno ci può amare veramente, se nessuno ci conosce veramente! Allora a cosa serve essere sempre allegri se il sorriso è una maschera che non possiamo togliere mai?

Le radici amare, di una struttura costretta, e le foglie sono utilizzate per tisane e decotti disintossicanti per il fegato; anche questo ci porta una riflessione sullo stato d’avvelenamento dovuto ad energie di frequenza basse tale è la rabbia repressa.
Il temperamento nobile di Agrimony amante della pace, dell’armonia e dell’equilibrio, distorto da influenze esterne e da modelli di pensiero, formano un carattere che tende a reprimere il modo naturale di reagire.
Quando sentiamo l’impossibilità di esprimerci in modo spontaneo, sale in noi la frustrazione, e se ciò perdura per molto tempo ne segue la repressione e di conseguenza la rassegnazione.                        Ansia, dolori allo stomaco, peso sul petto, inquietudine, sonni agitati diventano i compagni di vita, la rabbia trova alloggio nel fegato intossicandosi e la pelle esprimerà attraverso disfunzioni, il tormento interiore.

Agrimony sente troppo, l’assunzione del fiore porterà pace, armonia, equilibrio, capacità di giudizio, sincera gioia interiore, si riesce ad integrare le preoccupazioni della vita; si dà il giusto valore ai propri problemi.


stampa indietro Indietro - Back
   
loredana@soffiodiluna.it